Rimozione tatuaggi

L'apparecchiatura laser colpisce elettivamente il pigmento che, per effetto termolitico, si scioglie e viene poi eliminato dalle cosiddette cellule "spazzino" della cute.
Purtroppo non sempre l'eliminazione del tatuaggio è così semplice.
Se il tatuaggio è monocromatico e scuro nel nostro centro si utilizza un Nd:YAG laser, che ha una lunghezza d'onda di 1064 nm, selettiva per il colore marrone-nero. Per il colore verde-blu si utilizza invece un altro tipo di laser vale a dire quello ad alessandrite Q-switched (755nm), mentre per il colore rosso-arancione utilizziamo laser Q-switched Nd:Yag con lunghezza d'onda di 532nm. Per la rimozione di tatuaggi traumatici e medicamentosi e tatuaggi amatoriali blu-nero-viola viene utilizzato un Q-switch ruby laser con lunghezza d0nda di 694 nm. L'elemento principale che differenzia questi laser sono le lunghezze d'onda, in quanto è stato evidenziato che ogni colore viene elettivamente assorbito a ben precise lunghezze d'onda. L'unica eccezione è costituita dal colore nero che viene ben assorbito a qualunque lunghezza d'onda. Si preferisce, comunque, utilizzare un laser che penetra profondamente nella cute per evitare la competizione con la pigmentazione epidermica.

Prima del trattamento Dopo il trattamento
Prima del trattamento Dopo il trattamento
 

© 2009 CMP - Centro Medico Polispecialistico - tutti i diritti riservati

In ottemperanza alla normativa Europea che a partire dal 2 giugno 2015 prevede che tutti i siti rilascino agli utenti una informativa riguardante la privacy questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Cookie informations